Guida documenti dichiarazione dei redditi 2019

ELENCO DI TUTTI I DOCUMENTI CHE POSSONO SERVIRE A FARE LA TUA DICHIARAZIONE DEI REDDITI. 

  • Documenti di identità: copia documento di identità valido e della tessera sanitaria del dichiarante, del coniuge e dei familiari a carico.
  • Le ultime due Dichiarazione dei redditi presentate: 730/2018 e 730/2017 (Unico 2018 /2017) comprese eventuali dichiarazioni integrative/rettificative o ultima dichiarazione presentata (solo per chi non ha presentato la precedente dichiarazione con il nostro studio).
  • Redditi: Certificazione Unica 2019 redditi 2018. (Se sei pensionato o disoccupato il CU dell’inps lo possiamo scaricare noi)
  • Terreni e/o fabbricati: visure catastali/atti di compravendita per acquisto, divisione o vendita (solo in caso di aggiornamento rispetto alla dichiarazione dell’anno precedente). Per gli immobili affittati è necessario il contratto di locazione registrato + estremi di registrazione del contratto dell’Agenzia delle Entrate. In caso di eredità produrre atto di successione.
Continua a leggere

Documenti necessari per Bonus Bebe’, Bonus Nascita e Bonus Asilo Nido 2019

Bonus Bebè:

Bonus Nascita:

Si può fare dal 7° mese di gravidanza compiuto

  • Copia carta di identità del dichiarante
  • Certificato medico che attesta l’avvenuto settimo mese di gravidanza (
  • Modello SR163 dell’Inps compilato e timbrato dalla banca/posta

Bonus Asilo Nido:

  • Copia carta di identità del dichiarante
  • Dati anagrafici del dichiarante e dati dell’Asilo nido
  • Copia delle fatture asilo nido di ogni singolo mese con relativo certificato di pagamento
  • Modello SR163 dell’Inps compilato e timbrato dalla banca/posta

Documenti necessari per compilazione ISEE 2019

Viste le numerose richieste, abbiamo deciso di scrivere un breve articolo dove chiariamo tutto quello che serve per effettuare correttamente l’invio del

Continua a leggere

Guida documenti 730 2018

ELENCO DI TUTTI I DOCUMENTI CHE POSSONO SERVIRE A FARE LA TUA DICHIARAZIONE DEI REDDITI. 

    1. Documenti di identità: copia documento di identità valido e della tessera sanitaria del dichiarante, del coniuge e dei familiari a carico.
    2. Le ultime due Dichiarazione dei redditi presentate: 730/2017 e 730/2016 (Unico 2017 /2016) comprese eventuali dichiarazioni integrative/rettificative o ultima dichiarazione presentata (solo per chi non ha presentato la precedente dichiarazione con il nostro studio).
    3. Redditi: Certificazione Unica 2018 redditi 2017. (Se sei pensionato o disoccupato il CU dell’inps lo possiamo scaricare noi)
    4. Terreni e/o fabbricati: visure catastali/atti di compravendita per acquisto, divisione o vendita (solo in caso di aggiornamento rispetto alla dichiarazione dell’anno precedente). Per gli immobili affittati è necessario il contratto di locazione registrato + estremi di registrazione del contratto dell’Agenzia delle Entrate. In caso di eredità produrre atto di successione.

Continua a leggere

Compilazione Isee 2018

Viste le numerose richieste, abbiamo deciso di scrivere un breve articolo dove chiariamo tutto quello che serve per effettuare correttamente l’invio del Continua a leggere

Bonus casa 2018 e sismabonus nella dichiarazione dei redditi

bonus per la casa per i lavori di ristrutturazione edilizia vengono confermati e potenziati dalla prossima Legge di Bilancio.

Le modifiche dovrebbero riguardare tutti i crediti di imposta che già esistono:

  1. ristrutturazioni semplici al 50%
  2. risparmio energetico al 65%
  3. sismabonus, con punte di agevolazione all’85%

Le agevolazioni coinvolte con il Bonus casa 2018

  • Detrazione del 50% per ristrutturazione edilizia fino ad un tetto complessivo di 96mila euro di spesa (sia per le singole abitazioni sia i lavori in condominio, manutenzione ordinaria compresa)
  • Detrazione del 65% per interventi di efficienza energetica: la proposta è quella di prorogarla per altri 5 anni.
  • Detrazione del 50% sull’Iva pagata per acquisti dal costruttore di case in classe A o B
  • Cedolare secca al 10% sugli affitti a canone concordato.

Novità Sismabonus

La nuova agevolazione fiscale può essere richiesta per gli interventi iniziati a partire dal 1° gennaio 2017 fino a al 31 dicembre 2021.

La quota di detrazione è variabile in funzione dell’efficacia dell’intervento e della tipologia di immobile e comprende anche la detraibilità della diagnosi sismica dell’edificio.